Chi siamo

Alessandro Ippolito


Alessandro IppolitoAlessandro Ippolito
, autore, regista e produttore televisivo, ha iniziato come giornalista letterario. Ha lavorato per il dipartimento culturale della RTSI, Radio Televisione della Svizzera Italiana, come autore, sceneggiatore, regista. Dopo una lunga formazione completata a New York studiando le produzioni “One Life to Live” e “Search for Tomorrow“, ha lavorato con RAI1, RAI2, RAI3, Canale 5, Italia1, Rete4, RTSI, Odeon TV.

Ippolito ha scritto, diretto e prodotto per la Mondadori la prima soap opera italiana (“L’altalena“). Dopo Nanni Loi è stato il primo in Italia a riportare le candid camera in televisione (“W le donne“). Ha scritto e diretto il primo cabaret on the road (“Help – Tuttoperdenaro” con i Gatti di Vicolo Miracoli). E’ stato autore con Luciano Rispoli di un programma sulla lingua italiana per RAI1 di grande successo (“Parola mia“). E’ stato per due anni autore, regista e conduttore dei collegamenti esterni di Mike Bongiorno su Canale 5 (“Telemike“). Ha ideato, scritto, diretto e condotto “Barzellette“, un programma dal quale è nato “La sai l’ultima?“. Ha ideato, scritto e condotto il primo programma italiano di cronaca “raccontata” (“Fatti di cronaca vera“). Ha adattato, scritto, diretto e condotto il primo reality italiano (“Stranamore“).

Alessandro Ippolito è anche ritenuto un maestro di candid camera (“Scherzi a parte“, “La stangata“, “La strana coppia“, “Italiani in vacanza“). Con “Telecamere a richiesta” è stato il primo a proporre in prime time candid camera in diretta con grande successo di pubblico.

E’ stato il primo a realizzare un docu-show (“Pianto tutto e me ne vado“) di cui è stato autore, regista, produttore e conduttore. E’ stato autore, regista e conduttore di un grande show molto complesso in giro per il mondo intero (“Italiani nel mondo“).

In questi ultimi anni, Ippolito ha diretto una società di produzioni televisive internazionale. Appassionato ed esperto anche di Internet fin dal ’95, ha ideato il primo progetto del portale di Mediaset (Mediasetonline) e per Excite ha realizzato come autore, regista e produttore le prime due web fiction italiane (“Girls” e “La grande sorella“).

Ippolito ha il merito di aver riportato la fiction TV della RAI a Milano come produttore della più lunga e complessa serie televisiva medica mai realizzata in Italia (“Hospital Central-Terapia d’urgenza“, 18 puntate da 90′ l’una). Ha creato numerosi gruppi di lavoro e ha formato alcuni grandi professionisti italiani.

Attualmente Alessandro Ippolito continua a lavorare come autore e regista, ma dedica anche buona parte del suo tempo all’insegnamento. Ha fondato una scuola pratica di televisione a Milano (“Professione TV“), mettendo i suoi allievi in diretto contatto con i più grandi nomi della televisione italiana. Ha prodotto un reality didattico per giovanissimi (“-18“) e si sta occupando della produzione di canali tematici (youtube/filmmakerchannel) e della realizzazione di Corso di Regia e Riprese Video. Ha appena pubblicato su Amazon e su tutte le librerie on line  Per soldi e per TV, la mia vita sul set, dedicato a tutti i filmmaker.

 

Erica Arosio

erica arosio shadowErica Arosio, milanese, è stata a lungo giornalista del settimanale «Gioia», come responsabile delle sezioni cultura e spettacolo.

Critico cinematografico (per molti anni ha curato la rubrica cinema di «Radio Popolare») è autrice di “La macchina soffice“, una biografia su Marilyn Monroe (Feltrinelli Real cinema, in cofanetto con il dvd «Love, Marilyn» – ottobre 2013).

Ha collaborato a varie testate, fra cui «la Repubblica», «Il Giorno», «Cineforum», «Prima Comunicazione», «Rockerilla», «Segnocinema» e a trasmissioni televisive e radiofoniche.

Nel marzo 2012 ha pubblicato il suo primo romanzo, “L’uomo sbagliato” (La Tartaruga).

A luglio 2013, scritto a quattro mani con Giorgio Maimone, è uscito il giallo ambientato nella Milano del 1958, “Vertigine” (Baldini & Castoldi), destinato a diventare seriale (nel 2016 uscirà con gli stessi protagonisti un racconto in un’antologia collettiva e il secondo – dei sette previsti – episodio della saga “Giuditta”).

A novembre 2014 ha pubblicato, sempre con Giorgio Maimone, “L’Amour Gourmet” (Mondadori ), un romanzo sentimentale-gastronomico ambientato nella Milano degli anni Ottanta.

Ancora a quattro mani con Giorgio Maimone, ha scritto “Un, due, tre… stella!“, storia di Ezio e Renata Santin (Mondadori, 2015).